Trecase, il Comune promuove i matrimoni in Villa

Il matrimonio, si sa, è un giorno indimenticabile per la coppia di sposi che con il loro sì, libero e incondizionato, danno vita ad una nuova famiglia aperta alla procreazione e alla educazione della prole. Il Comune di Trecase, nell’ottica di utilizzare al meglio le risorse del territorio e di aiutare l’economia, ha pensato bene di aiutare i ragazzi e le ragazze del luogo a coronare il loro sogno d’amore in un ambiente quasi fiabesco.

Di qui l’idea di concedere la disponibilità della Villa Comunale di via Nuova Trecase, di fronte al prefabbricato che ospita gli uffici dell’Anagrafe e della polizia locale, per la celebrazione dei matrimoni. Al fine di incentivare la domanda sul sito istituzionale dell’ente locale, oltre alle consuete comunicazioni, è stato inserito uno spazio “Matrimonio in Villa” nel quale i solerti colletti bianchi di via Manzoni hanno inserito le foto scattate all’interno della struttura in occasione di un recente matrimonio.

“È tutto perfettamente legale – garantisce il sindaco Raffaele De Luca, che , com’è noto, è anche avvocato civilista e, dunque, conosce molto bene la materia – il nostro Regolamento autorizza la celebrazione dei matrimoni in comune ovvero nelle altre articolazioni del medesimo”. Dunque anche all’interno della Villa comunale di Trecase. Gli aspiranti sposi che volessero pronunciare il loro sì per sempre all’interno di questa particolare location, possono rivolgersi direttamente agli uffici comunali. È evidente che è previsto l’intervento di professionisti dell’addobbo per rendere l’atmosfera ancora più calda ed emozionante.

“Ho già celebrato alcuni matrimoni – rivela il “borgomastro” locale, non senza lasciare trasparire la sua soddisfazione per questo ulteriore servizio reso ai cittadini – e sono certo che d’ora in avanti arriveranno anche altre richieste in questo senso”. In controtendenza rispetto al dato nazionale a Trecase l’interesse verso il matrimonio non è mai calato. Anzi per molti giovani cresciuti ed educati secondo i sani valori della tradizione, le nozze rappresentano ancora un punto di approdo importante.

Del resto, come diceva l’intramontabile Ennio Flaiano, “i giorni indimenticabili della vita di un uomo (e, ovviamente, di una donna) sono cinque o sei in tutto. Gli altri fanno volume”. Ma, aggiungiamo noi, sono proprio quelli che danno un senso a tutto il resto…

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*