Poggiomarino, Francesco Sepe presenta la sua Divina Cummedia (video)

Sarà presentato il 22 novembre prossimo alle ore 17 presso la Città metropolitana di Napoli, il volume A’ Divina Cummedia di Francesco Sepe, appassionato cultore di lingua napoletana di Poggiomarino.

A illustrare i pregi ed il valore letterario dell’opera – che contiene Inferno, Purgatorio e Paradiso (‘Nfierno, Priatorio e Paraviso) – sarà, tra gli altri, il professore Pasquale Gerardo Santella, già docente di Progettazione Didattica presso la Scuola Interuniversitaria di Specializzazione all’Insegnamento dell’Università di Salerno e Cultore della Materia presso le cattedre di Sociologia e Sociologia dell’Educazione.

L’autore – che ha trascorso parte della sua infanzia in Brasile, dove la famiglia era emigrata in cerca di fortuna – ha impiegato molti anni per portare a termine la traduzione in napoletano della Divina Commedia ed è riuscito a coronare il suo sogno grazie alla collaborazione ed all’affetto della moglie e di tanti amici che lo hanno supportato, alleviando in questo modo le sue fatiche. 

A’ Divina Cummedia merita di essere presente nelle librerie di tutti gli amanti della lingua napoletana, ai quali non sfuggirà la cura e l’attenzione che Sepe ha impiegato per cesellare ogni strofa, perpetuando il racconto in versi della ricerca del senso della vita che il Poeta volle donare a noi posteri, ben sapendo che fatti non fummo “a viver come bruti ma per seguir virtute e canoscenza”.

1 Commento

  1. Gran bella persona, Franco Sepe conosciuto in vacanza nell’estate del 2018 tra una chiacchiera ed altro mi ritrovo tra le mani un libro di letteratura, un classico italiano la divina commedia di Dante Alighieri, con sommo stupore appena sfogliate le prime pagine del libro mi ritrovo immerso nel mondo della lingua classica napoletana il resto alla presentazione del libro.Auguri per l’obiettivo ed il successo raggiunto Giancarlo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*