Boscotrecase, la protezione civile celebra il protettore San Pio

Una Messa solenne in onore di San Pio da Pietrelcina patrono della protezione civile. Ad organizzarla i componenti del Gruppo comunale di Protezione Civile di Boscotrecase di Boscotrecase  che hanno invitato anche le altre organizzazioni dei comuni vicini. Si è trattato di un modo per rendere omaggio al frate cappuccino originario dell’entroterra sannita, elevato agli onori degli altari da San Giovanni Paolo II.

La celebrazione eucaristica è stata celebrata nella Parrocchia della Santissima Addolorata che i residenti conoscono come “Chiesa della Torretta”. Per rendere il rito ancora più solenne e significativo il sindaco di Boscotrecase, Pietro Carotenuto, che fin dal suo insediamento ha sempre seguito con attenzione le sorti del gruppo di volontari, sia direttamente che tramite i propri assessori (Agnese Federico prima e Luigi Servillo poi), ha richiesto a tutti i volontari di indossare la divisa ed ai suoi omologhi di partecipare con la fascia tricolore.

Ciò ha scritto il giovane borgomastro per dare a tutti “un forte segnale di unione tra uomini e donne (di buona volontà) che condividono i valori della generosità e dell’altruismo, dedicandosi gratuitamente gli altri.

Fu l’allora Capo del Dipartimento della Protezione Civile della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Guido Bertolaso nel 2000 a presentato alla Conferenza Episcopale Italiana una petizione, sottoscritta da 160 Associazioni di Volontariato, che raccolgono circa 9000 volontari, per chiedere che San Pio da Pietrelcina venisse proclamato Patrono delle “Associazioni di Volontariato che operano nell’ambito della Protezione Civile”.

L’istanza fu motivata dal fatto che la devozione popolare verso San Pio, diffusa in tutta Italia, testimoniava come i suoi gesti e le sue opere si fossero spesso manifestati quale segno della Divina Provvidenza a protezione delle persone in situazioni di particolari difficoltà nella vita quotidiana e soprattutto nelle emergenze ed avessero aiutato la gente a vivere la solidarietà e a soccorrere con prontezza il prossimo.

La 52a Assemblea Generale della Conferenza Episcopale Italiana, svoltasi ad Assisi nel 2003, approvò  la richiesta, in conformità alle Norme emanate dalla Sacra Congregazione per il Culto divino De Patronis constituendis, n. 7, del 19 marzo 1973.

La Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti, a sua volta, in risposta alla richiesta del Cardinale Presidente della Cei, concesse la prescritta recognitio alla proclamazione di San Pio da Pietrelcina quale Patrono delle Associazioni di volontariato di Protezione Civile in Italia.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*