Torre Annunziata, un “cuore di pizza” per la Mensa dei Poveri

Anche una pizza può diventare “ambasciatrice di solidarietà”. A partire da domani, e per tutti i successivi giovedì, molte pizzerie di Torre Annunziata, a turno offriranno gratuitamente 25 pizze che operatori dell’Associazione Oplontorum ritireranno e consegneranno alla mensa dei poveri “Don Pietro Ottena” per esprimere la loro vicinanza agli utenti della struttura.

Davvero un bel progetto quella promosso dal sodalizio guidato dal regista e videoreporter Salvatore Sparavigna che si è gettato anima e corpo nella iniziativa, dimostrando che il bene è contagioso.

La città di Torre Annunziata, del resto, non è nuova a gesti del genere.

“Un cuore di pizza” – questo il nome dato alla iniziativa – si affianca un’altra mobilitazione benefica sempre  verso gli ospiti della Mensa, vale a dire la raccolta fondi per l’acquisto di una lavastoviglie industriale. Il tutto per aderire alla campagna “plastic free” a tutela della “casa comune”.

Soddisfazione è stata espressa da don Pasquale Paduano, parroco dell’Immacolata Concezione e responsabile della Mensa: “Si tratta – spiega il giovane sacerdote originario di Boscotrecase – dell’ennesima buona proposta che l’Associazione Oplontorum realizza che mostra la crescita esponenziale del sentimento di solidarietà ed altruismo in una città troppo spesso marchiata da eventi negativi”.

Sulla stessa lunghezza d’onda è anche il Sindaco Vincenzo Ascione: “Torre Annunziata è da sempre una città dal grande cuore e negli ultimi tempi si stanno moltiplicando nella nostra comunità, queste iniziative di solidarietà dalla forte connotazione sociale, che non solo sottolineano una bella vocazione dei cittadini ma contribuiscono nel contempo, insieme a tante altre iniziative, a rafforzare quell’azione di riscatto e di crescita morale che è stata già avviata e messa in campo”. “Quando ci è giunta notizia sulle difficoltà che gli ospiti della mensa incontrano per guadagnare un pasto a cena il giovedì – afferma il Presidente dell’associazione Oplontorum Salvatore Sparavigna – ci siamo subito attivati proprio nella Giornata Internazionale della Povertà ascoltando Papa Francesco, ed abbiamo immediatamente contattato alcuni pizzaioli oplontini invitandoli a colmare in qualche modo questo vuoto, tenuto conto oltretutto che, per i più deboli, la pizza può rappresentare una delizia che appaga il cuore oltre che lo stomaco”.

La risposta non è tardata ad arrivare….

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*