Palma Campania: il sindaco Donnarumma non indietreggia sul Biogas

Non pare fare passi indietro il sindaco di Palma sulla questione Biogas, nonostante le parole di apertura proferite ad una folla inferocita all’assemblea di martedi 28.

Nel consiglio comunale, pieno di giri di parole e contraddizioni, è emersa la forte volontà dell’amministrazione Donnarumma di proseguire nella realizzazione dell’impianto. Nella stessa si è appurato che nè la Regione Campania nè il comune hanno i fondi necessari per questa grande opera, che quindi andrà ad appannaggio di un privato.

Imbarazzo del Sindaco alla domanda della più giovane consigliera Laura Lauri dopo la non risposta alla domanda “a chi conviene questa cosa?”. Diventa quasi teatrale il consiglio quando il sindaco Donnarumma mostra la planimetria di una variazione della zona industriale, accusando l’ex sindaco Vincenzo Carbone di voler insediare già all’epoca un impianto di Biogas, a cui lo stesso Carbone risponde che la variazione fu fatta su richiesta della Regione, che mai successivamente vi era stata manifestazione d’interesse del Comune e che comunque, come anche il sindaco Donnarumma ha letto, si trattava di un impianto aerobico e non un impianto di biogas.

Il consiglio è in ogni caso terminato con il voto contrario della maggioranza di annullare la delibera, ma con la proposta di andare avanti creando un comitato di studio.

Malumore nel paese per la notizia, comincia a serpeggiare tra il popolo la volontà di chiadere un referendum popolare, previsto dallo statuto comunale, che dia definitivamente il potere decisionale ai cittadini. Referendum che, secondo proprio i cittadini, avrebbe dovuto chiedere il sindaco democraticamente, sembra invece che il primo cittadino voglia sfuggire ad una quasi certa bocciatura popolare e procedere nel suo intento.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*