Un 70esimo festival coi fiocchi: Diodato nuovo re di Sanremo

Un successo di ascolti, una marea di plausi. Il settantesimo festival di Sanremo targato Amadeus (e Fiorello) ha chiuso i battenti inoronando Diodato. Il cantante tarantino (aostano di nascita) ha sbaragliato la concorrenza di Gabbani (secondo) e Pinguini Tattici Nucleari (terzi). La sua canzone “Fai Rumore”, dedicata in parte anche all’ex fidanzata Levante, ha avuto la meglio su tutte, anche se già nelle ultime due sere Diodato era in testa nella classifica generale. Tante le sorprese di questo festival, una su tutte la squalifica di Bugo e Morgan, quest’ultimo è andato sul palco cantando un nuovo testo in cui offendeva l’ignaro partner che, per tutta risposta, ha abbandonato il palcoscenico. Tanti anche i momenti di sensibilizzazione, come le performance del ballerino malato di sclerosi Ivan Cottini e il rapper affetto da SLA Paolo Palumbo. In conclusione, un festival davvero coi fiocchi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*