Coronavirus Italia: oltre 300 contagi e 12 morti

Dopo Corea e Cina, l’Italia è diventato il paese con più contagi da coronavirus al mondo. In poche settimane circa 370 contagi e 12 morti. Il numero così elevato può essere in parte giustificato dalle azioni degli organi sanitari che hanno ampliato di gran lunga i controlli rispetto agli altri paesi europei, scoprendo così tanti altri infetti; nulla toglie che, mettendo a punto le stesse strategie, anche gli altri paesi possano scoprire molti altri più casi. I focolai più pericolosi si sono sviluppati in Lombardia e in Veneto, ma alcuni contagiati sono stati scoperti anche in Toscana, a Torino, a Roma, a Palermo; per l’esattezza: 258 casi con 9 vittime in Lombardia, 71 casi con 2 morti in Veneto, 30 casi e un morto in Emilia Romagna, 3 in Piemonte, Lazio e Sicilia, 2 in Toscana e Liguria, 1 in Alto Adige e Marche. Le persone decedute erano perlopiù persone con malattie pregresse gravi, ad esempio tumori, ragion per cui le autorità stanno cercando di capire se sono morte a causa del coronavirus o se quest’ultimo ne abbia solo accelerato il decesso. Buone nuove però anche per quanto riguarda le guarigioni: in Italia sono guariti i due cinesi ricoverati allo Spallanzani, in Cina invece il tasso di guarigione ha superato per la prima volta quello del contagio. L’Unione Europea ha lodato le iniziative sanitarie messe a punto dall’Italia ma gran parte delle scelte resta in mano alle Regioni e ai Comuni, tante infatti le scuole chiuse e gli eventi sportivi rinviati. Alto anche il numero delle aggressioni ai danni di cittadini cinesi in Italia, troppe per un paese civile.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*