Nola, si dimette il sindaco: “io lasciato solo”

Il sindaco di Nola Gaetano Minieri ha rassegnato le sue dimissioni da primo cittadino di Nola. Le voci si erano diffuse già parecchie ore prima ma solo in serata, con un videomessaggio in cui chiarisce tutti i punti, è arrivata la conferma. La fascia tricolore afferma di aver sentito crollare i punti in comune per il progetto creato in campagna elettorale, di essere stato lasciato solo, soprattutto in fase di emergenza sanitaria, di essere stato attaccato per futili motivi dalla minoranza e di non voler più continuare per non far venir meno quel patto di fiducia con la cittadinanza. Minieri ha poi proseguito elencando ciò che la sua giunta ha fatto in neanche 11 mesi di governo comunale, sottolineando che da ieri Nola è ufficialmente una sede della Partenope di Napoli. All’indomani dello scossone, in ogni caso, sono stati tantissimi i messaggi di sostegno che si possono leggere in appendice alla sua pagina social e il gruppo più corposo della maggioranza, Uniti per Nola, lo ha invitato a riflettere e a fare un passo indietro. Minieri, dopo aver presentato le dimissioni al Consiglio, avrà 20 giorni per confermare o ritirare le dimissioni, altrimenti per il Comune di Nola arriverà il commissariamento.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*